Ogni essere umano è un inconsapevole agente pubblicitario di un certo numero di idee altrui.