Abbiamo bisogno e rigetto
gli uni degli altri,
amore e odio,
attrazione e repulsione.

Siamo vittime e carnefici,
ingannati e ingannatori,
prigionieri della nostra natura,
delle nostre abitudini,
della nostra memoria,
ignoranti di noi stessi,
colpevoli della nostra innocenza.

Siamo in cerca di illusioni,
di un mondo impossibile
fatto di sole cose belle,
dove tutto ci appartiene,
anche noi stessi,
dove l'io si confonde col noi,
gli altri non sono altri
e tutto è uno.