Il desiderio di assumere un certo ruolo sociale implica il desiderio che altri assumano ruoli complementari e compatibili con quello che si vorrebbe assumere.

Infatti, in una "ecologia sociale" equilibrata e non conflittuale, i ruoli assunti dai partecipanti sono necessariamente complementari e compatibili. Questa è una delle conseguenze dell'interdipendenza "esistenziale" degli esseri umani.

Alcuni  esempi: se io desidero vincere, desidero di conseguenza (consciamente o inconsciamente) che qualcun altro perda; se io desidero essere uno scrittore, desidero di conseguenza che certi altri siano miei lettori; se io desidero essere insegnante, desidero di conseguenza che certi altri siano miei studenti; se io desidero salire in una scala gerarchica, desidero di conseguenza che certi altri scendano in quella scala rispetto a me.

In altre parole, il tipo di persona che io vorrei essere richiede che certi altri siano tipi di persone complementari e compatibili con il tipo di persona che vorrei essere io, e ciò che io vorrei fare comporta che certi altri facciano (o non facciano) certe cose in modo complementare e compatibile con ciò che vorrei fare io.

Per questo motivo ognuno cerca, consciamente o inconsciamente, di influenzare gli altri ad assumere ruoli complementari e compatibili con quelli che vorrebbe assumere e, di conseguenza, indurre a fare e a credere ciò che è funzionale, favorevole e compatibile rispetto ai propri desideri.